Home » Ricette per intolleranti: qualche idea e a cosa fare attenzione

Ricette per intolleranti: qualche idea e a cosa fare attenzione

Sempre più famiglie fanno i conti oggi con intolleranze alimentari come quelle al lattosio, al glutine, al nichel: gli ultimi dati ufficiali disponibili parlano di un milione e mezzo di italiani adulti a cui ne è stata diagnosticata almeno una e, allargando lo sguardo a livello globale, sarebbero almeno il 2% gli adulti e l’8% i bambini che ogni giorno devono fare attenzione a cosa finisce nel piatto per evitare le più disparate reazioni avverse. Si possono scongiurare, però, incidenti indesiderati in cucina e di trasformare la gestione dei pasti familiari in una vera e propria odissea? Sì e quasi sempre bastano qualche semplice accorgimento e gustose ricette per intolleranti a glutine, lattosio e nichel come quelle di www.nonnapaperina.it.

Come rendere perfette le ricette per intolleranti a lattosio, nichel, glutine

Esattamente come nella cucina di un ristorante, anche a casa e quando uno dei commensali ne soffra bisogna innanzitutto imparare a gestire correttamente le intolleranze alimentari e farlo al più presto possibile anche considerato il fatto che la maggior parte di intolleranze alimentari, specie se scoperte in età adulta, sono per sempre. Il primo inevitabile passo è, così, informarsi e se possibile con l’aiuto di medici ed esperti della nutrizione: può essere utile soprattutto, quando si ha necessità di pianificare i pasti per più persone o da consumare all’esterno, scoprire quanto severa e di che grado sia l’intolleranza di cui si soffre (molti si scoprono per esempio solo sensibili a glutine o lattosio e la gestione è in questo caso, sia in casa e sia fuori casa, decisamente più semplice).

Prima di tuffarsi sui blog e nei forum di ricette per intolleranti – e oggi ce ne sono numerosi – e stravolgere la propria dieta può essere utile, ancora, scoprire se si possono adattare alla propria intolleranza i propri piatti preferiti o quella che è la routine alimentare di tutta la famiglia, in modo da non doversi trovare a rinunciare ai gusti a cui si è abituati o ad ogni pasto a dover mettere sul fuoco pietanze diverse. Anche se intolleranti al nichel, presente in moltissimi vegetali e in grosse quantità in un ingrediente piuttosto diffuso nei piatti mediterranei com’è il pomodoro, non è detto per esempio che si debba necessariamente rinunciare a un buon piatto di pasta al sugo: basta fare attenzione a scegliere una passata proveniente da coltivazioni nichel-free e le alternative sono oggi numerose anche sui banchi del supermercato. Per gli intolleranti al lattosio a volte basta sostituire le bevande vegetali nei piatti che prevedono latte e derivati, ottenendo per altro ricette perfette anche in caso ci siano tra i commensali vegani; con un po’ di fantasia si possono portare a tavola, però, per le Feste o le occasioni speciali anche una torta Sacher senza lattosio o dei ravioli zucca speck e noci senza lattosio per esempio.

Per non ritrovarsi a mangiare sempre le stesse cose, rischio più che concreto in caso di intolleranze e quando si abbia bisogno di conciliare a tavola più esigenze diverse, non può mancare però anche un pizzico di sperimentazione: a volte vuol dire scoprire ingredienti nuovi come la quinoa, ideale da introdurre in calde zuppe invernali adatte anche a chi sia intollerante al glutine, o come la farina di tapioca ottimo sostituto di quelle tradizionali in dolci e budini per la stessa esigenza.

Fare attenzione alla buona qualità di ingredienti e materie prime, provare a comporre piatti bilanciati anche e soprattutto dal punto di vista nutrizionale e senza eccedere soprattutto in macronutrienti come i carboidrati e mettere in conto qualche fallimento sono gli altri trucchi per delle ricette per intolleranti perfette.