Agglomerato di quarzo: perché sceglierlo per la tua cucina?

104

Il made in Italy è sinonimo di design, innovazione e bellezza. In particolare quando si pensa al settore dell’arredamento e, ancor di più, alla cucina. L’ambiente più familiare e intimo della casa ha subito delle trasformazioni notevoli negli ultimi anni e, insieme agli stili, sono cambiati anche i materiali utilizzati. Affianco al legno, al marmo, ai graniti e al più recente metallo si è ormai ritagliato un posto di primissimo piano anche l’agglomerato di quarzo.

L’agglomerato di quarzo è un materiale altamente resistente, che si ottiene unendo sabbie di silicio e quarzo ad una percentuale di resina strutturale di poliestere. Il prodotto ottenuto presenta una superficie lucida e personalizzabile con un’ampia gamma di colori, in grado di riflettere la luce e donare un nuovo look alla cucina. Una soluzione nuova, tra il marmo classico e i materiali più moderni, preferita dai giovani e da chi cerca praticità, senza voler rinunciare alla bellezza.

Agglomerato di quarzo: i vantaggi per la tua cucina.
L’agglomerato di quarzo è meno poroso del marmo. Questo aspetto lo rende inattaccabile da parte dei liquidi più comunemente utilizzati in cucina. Non assorbe odori e grassi alimentari: rappresenta, dunque, un materiale altamente igienico e adatto per famiglie anche con bambini piccoli. L’assenza di pori elimina la proliferazione dei batteri, mentre la compattezza della struttura del prodotto garantisce una protezione antibatterica attiva. Tutte queste caratteristiche distinguono l’agglomerato di quarzo dalle pietre naturali più conosciute come marmo e granito. Per approfondire la conoscenza di questo materiale, vi consigliamo di visitare il sito dell’azienda veronese Santamargherita, realtà specializzata del settore che, da generazioni, tramanda il proprio know-how nella produzione di materiali da rivestimento.

Ad ogni stile il suo agglomerato di quarzo

Le proprietà dell’agglomerato di quarzo sono ideali per ogni stile e, soprattutto, offrono un’alta possibilità di personalizzazione, sia nei colori che nelle forme. Oltre ai top in agglomerato di quarzo, è possibile realizzare su misura anche penisole e banconi da cucina. Il risultato finale è un materiale che difficilmente passa inosservato: le sue striature classiche e i suoi riflessi in superficie catturano l’attenzione dei commensali ed esprimono al meglio il carattere dei padroni di casa. Inoltre, l’uso intelligente dei led colorati e delle luci (calde e fredde, collocate in posizione strategica) può esaltare la superficie, le forme e le sfumature dell’agglomerato, valorizzando l’atmosfera dell’intera cucina.

Gli aspetti estetici e pratici della cucina sono fondamentali per godere appieno dell’ambiente che rende davvero unica la casa. In questo senso ci vengono in aiuto tutti quei complementi d’arredo che caratterizzano i nostri spazi, come la penisola, il top di lavoro o il lavello integrato al top. Tutti elementi che necessitano di pulizia quotidiana, e di una forte resistenza agli urti e allo stress a cui sono sottoposti. Per questo motivo, sono sempre più numerosi gli interior designer e gli architetti che consigliano l’agglomerato di quarzo, scegliendo lo stile e la qualità delle aziende italiane come la già citata Santamargherita, un brand che mette a disposizione dei clienti un bagaglio di esperienza cinquantennale.

Con la sua natura durevole e adattabile ad esigenza estetica, l’agglomerato di quarzo ha conquistato un ruolo di primo piano nel mondo dell’arredo. Adesso la palla passa a voi: mettete alla prova le performance, l’igienicità, l’impermeabilità di questo nuovo straordinario materiale.

SHARE