Home » Come investire sul rublo: quotazione, analisi e previsioni

Come investire sul rublo: quotazione, analisi e previsioni

Sono in molti a chiedersi come investire sul rublo, dopo che la moneta russa ha realizzato una vera e propria scalata, nelle ultime settimane, passando da un valore minimo al massimo fatto registrare negli ultimi 7 anni. Il rublo era infatti crollato con l’inizio della guerra e l’imposizione delle sanzioni internazionali alla Russia ma ha poi ripreso a crescere, nonostante l’isolamento dell’economia russa e la situazione legata alla guerra. A sospingere il valore della moneta è stato l’incremento delle entrate prodotte con la vendita del gas a prezzo maggiorato e la disponibilità di diversi paesi a pagare questa materia prima in rubli.

Tutto ciò ha vivacizzato l’interesse degli investitori, soprattutto di coloro che operano nell’ambito del Forex trading, in quanto questa situazione appare interessante per tutti i traders che intendono operare investimenti speculativi. Nel 2022 la moneta russa è infatti cresciuta del 5% nei confronti del dollaro e si è attestata con un +9% sull’euro, prestazioni che non sono state ripetute da nessun altra valuta e che anzi si inseriscono in uno scenario di insolita sofferenza anche della sterlina inglese e del franco svizzero.

Quotazione, analisi e previsioni sul rublo

Per conoscere l’andamento di questa valuta è possibile prendere come riferimento le analisi delle quotazioni del rublo elaborate dagli esperti di Mercati24.com, sito web specializzato negli investimenti finanziari dove trovare tutte le informazioni necessarie per capire il funzionamento dei diversi mercati.

Il boom del prezzo dell’energia ha portato un notevole rafforzamento del rublo, attestatosi al momento attorno a 61 (dopo aver raggiunto nei giorni scorsi anche 64). Inoltre il governo di Mosca sta conducendo una campagna di rafforzamento interno della moneta, limitando la fuoriuscita di capitali verso l’estero.

Inoltre il rublo è stato indirettamente favorito anche dalla riduzione delle importazioni russe, dovuta alle sanzioni internazionali, poiché in questo modo sono diminuiti i pagamenti effettuati con valute estere ai fornitori internazionali. Non è ovviamente facile fare delle proiezioni e delle previsioni sul possibile andamento del rublo ma non mancano investitori e analisti che vedono come probabile un’ulteriore crescita di questa moneta. La situazione resta quindi ovviamente molto incerta a causa delle sanzioni e dell’instabilità provocata dalla guerra.

Sicuramente il rublo è un asset che per gli investitori può essere valutato con molta cautela, analizzando non solo l’analisi tecnica (ovvero lo storico dei movimenti realizzati) ma anche l’evolversi del conflitto e dell’andamento macroeconomico. Sotto osservazione saranno anche le prossime mosse che verranno effettuate dalla Banca centrale Russa che potrebbe intervenire per ridurre i tassi d’interesse applicati (alcuni analisti paventano un possibile taglio fino al 10,5%) per tentare di ridurre gli effetti dell’inflazione.

Come investire sul rublo

Per coloro che desiderano effettuare degli investimenti speculativi ad alto rischio, il rublo è sicuramente un asset molto interessante. Oggi è possibile investire sul rublo attraverso alcune piattaforme di forex trading, anche se diverse di queste hanno momentaneamente congelato le coppie di valute che contengono il rublo. Ciò significa che su alcuni broker, come ad esempio su eToro, è possibile vedere l’andamento della valuta ma non è possibile aprire una posizione di investimento. Non tutti i broker hanno però deciso di intraprendere la stessa politica sul rublo.

Chi desidera investire sulla moneta russa deve quindi valutare le diverse alternative, nel tentativo di individuarne una che permetta di operare questo investimento. Altre possibili piattaforme che in passato prevedevano posizioni sui rubli, e che quindi possono essere valutate, sono: XTB, Trade.com e FP Markets. In generale comunque, anche per chi desidera investire sulla moneta russa è fondamentale ricordare alcuni punti essenziali, ovvero:

  • Utilizzare solo piattaforme certificate.
  • Ricorrere a strumenti di contenimento delle perdite (stop loss).
  • Usare l’analisi tecnica.
  • Mantenersi sempre aggiornati.
  • Investire cifre sostenibili.
  • Operare con cautela.

Di conseguenza per chi oggi desidera investire sul rublo è fondamentale percorrere due binari: da un lato è necessario trovare una piattaforma di forex trading certificata che permetta di effettuare questo investimento, per contro è indispensabile valutare con attenzione ogni singolo passo e cercare di stabilire dei buoni punti di ingresso e di uscita (momenti migliori per aprire e chiudere la posizione). In conclusione è quindi evidente che il rublo rappresenta un asset particolarmente interessante in questo periodo, anche se esposto notevolmente ad un’elevata volatilità e a un rischio che non può mai essere trascurato.