Fotografia e viaggi: due passioni che si uniscono

306

Due passioni che si possono unire sono quella per i viaggi e quella per la fotografia. Gli scatti più belli sono quelli che raccontano momenti di svago e di scoperta in luoghi inusuali. È il viaggio uno dei momenti che si vuole fermare con una fotografia che racchiude sensazioni positive e diverse dal solito. Non c’è nulla di meglio che immortalare un momento di vacanza con uno scatto. La fotografia ha il potere di fermare l’attimo: un’immagine blocca il tempo e lo rende infinito. Questo è il vero potere della fotografia che, in questo caso, racchiude il viaggio, vicino o lontano che sia.

Chi ama viaggiare e scoprire nuovi mondi, può unire questa passione a quella della fotografia. La macchina fotografica va sempre portato dietro con sé quando si parte per un viaggio o anche una gita fuori porta, un weekend lungo, un city break, una scampagnata e via così. Le macchine fotografiche di buona qualità hanno la custodia e la tracolla per esser più facilmente trasportabili e spesso si possono tenere al collo in aereo senza rientrare nel bagaglio a mano. Per trovare la soluzione più adatta basta visitare il blog che ti consiglia le migliori macchina fotografica sul mercato.

Spesso capita che la passione per la fotografia nasca durante il viaggio proprio perché è il sistema migliore che ci sia per immortalare i momenti più belli con degli scatti personali e unici. Fare il fotografo di viaggio non è però facile come sembra poiché non basta partire per luoghi esotici e scattare a casaccio qua e là per vincere premi. Molti a questo punto iniziano a dire: compro una reflex con un super obiettivo e sono pronto per fare il fotografo. Non è proprio così perché comprare la fotocamera più costosa non assicura nulla. Ogni fotocamera ha le sue impostazioni che il fotografo deve imparare a sfruttare al meglio per degli scatti perfetti. Se non si sa dove puntare la macchina più costosa, le fotografie non saranno da copertina. La prima cosa da fare, secondo tutti i maggiori fotografi di professione, è esercitarsi e studiare con una buona macchina fotografica di base, nulla di troppo costoso.

Oggi tantissime persone per i loro racconti di viaggio utilizzano il telefono smartphone, però nemmeno quelli con le fotocamere migliori sono in grado di eguagliare gli scatti ottenuti da una fotocamera. Gli smartphone sono divertenti e possono esser utili per fare qualche foto di prova, ma gli scatti più belli si ottengono con le macchine fotografiche che diventano il migliore compagno di viaggio.

L’obiettivo della macchina fotografica diventa l’occhio del fotografo che, con la sua sensibilità, riesce a raccogliere i momenti salienti del viaggio, rendendo spettacolari anche normali operazioni quotidiane degli abitanti del posto. Non serve che avvenga qualcosa di spettacolare poiché con la giusta prospettiva e la messa a fuoco del soggetto, lo scatto può raccontare tantissimo. È qui che sta la differenza tra chi ha studiato e si è preparato al viaggio e chi no.

SHARE