Come curare i denti dei bambini

36

La bocca deve essere curata sempre. Occorre adottare una serie di accorgimenti che ci permettono appunto di mantenerla sana. Lo stesso discorso vale in realtà anche per i più piccoli e tocca a voi genitori, insieme all’aiuto del dentista, educarli. L’errore di molte persone è credere che la bocca di un bambino piccolo non richieda particolare manutenzione e controlli perché tanto i denti sono di latte. Giustamente non la pensa così il Dentista per bambini Milano e tutti gli altri professionisti. Gli esperti sanno bene come un dente di latte cariato può manomettere anche l’integrità del dente definitivo che si trova sotto.

Come curare i denti dei bambini

Per mantenere i denti sani è necessario rispettare i suggerimenti degli esperti. A livello preventivo è necessario che il genitore spazzoli i denti del neonato quando iniziano a spuntare e, quando il piccolo sarà più grande per poter eseguire questa routine da solo, insegnarglielo a fare nel modo giusto.

Quando spunta una carie occorre rivolgersi subito a uno specialista in modo da curarla nel minor tempo possibile ed evitare aggravamenti di salute.

Le carie però devono essere prese in tempo e visto che ai primi stadi non sono dolorose, va da se che occorre eseguire dei controlli periodici dal dentista per prenderle in tempo e mantenere i denti sani e forti.

Occorre un occhio particolare anche all’alimentazione. Il bambino non deve assumere sostanze zuccherate e dovete fare attenzione anche a quelle sostanze che spesso non sembrano piene di zucchero ma che in realtà lo sono, come le tisane solubili per esempio. L’alimentazione invece deve essere ben ricca di fibre e dovreste puntare su un’alimentazione si variegata ma anche salutare, cercando di scegliere i prodotti anche per la qualità.

I denti devono essere lavati due o tre volte al giorno ed essere spazzolati con cura. Occorre istruire il piccolo all’uso del filo interdentale.

Quali sono i principali problemi dentali dei bambini

Nonostante una persona possa seguire scrupolosamente tutte quante le regole, capita che i problemi ai denti vangano fuori. Il perché è presto detto. Per esempio le cause possono essere rintracciate in delle predisposizioni genetiche, nei problemi strutturali, nell’acidità della saliva oppure possono esserci anche problemi di mineralizzazione dentale.

Poi ci sono problemi esterni a tutto ciò. Per esempio un bambino può dover essere portato da un dentista a causa di un trauma dentale, cioè il classico urto. Alcune volte porta alla perdita del dente, altre volte invece no. E’ collegato al sintomo del dente nero. Può dipendere infatti dal trauma che spezza i vasi sanguigni i quali non irrorano più il dente di sangue ed ecco che si manifesta la necrosi.

Altre volte il dente nero invece è legato alla carie. La causa è un batterio che attacca il dente. Anche quando la carie attacca il dente di latte va curato perché, anche se è un dente che è già destinato a cadere, non significa che non comprometta poi quelli definitivi.

SHARE